Riflessioni sullo stato come cultura
Saggio sui fondamenti culturali della statualità

Fedele Cuculo

Ogni comunità umana può dire di poter riconoscere nelle proprie istituzioni il riflesso e l’influenza della propria cultura. Tuttavia quella europea si è atteggiata in modo tale che quel condizionamento è divenuto un compito esercitato attivamente. E il Rinascimento italiano ha fornito i modelli fondamentali affinché tale compito fosse condotto con conseguente coerenza. Da Machiavelli ai teorici della ragion di stato (che insegnarono all’Europa la nuova scienza politica), alle grandi costruzioni del seicento, allo sviluppo dell’idea di uno stato di ragione e di diritto, in tutti questi sviluppi del pensiero europeo si può rintracciare una sostanziale continuità nel processo di condizionamento da parte della cultura.

 

casalini_torrossa.jpg

€ 11,00
9788864580654-500.jpg
dicembre 2012
Pagine 81
Formato cm 14,8 x 21
ISBN: 9788864580654
Categoria: Politica e Società
Collana: Orizzonti

Nella stessa collana

Disegno e scrittura spontanea di lettere e numeri in età prescolare: un’ indagine sperimentale

Nei bambini in età prescolare il disegno rappresenta il mezzo di comunicazione non verbale pi...

di Cecilia Pancotti

€ 17,50

Un mondo di relazioni

Il libro ripercorre la storia delle idee evolutive, dalla prima formulazione della teoria della sele...

di Franco Giorgi

€ 18,00

Ermeneutica del paesaggio

Questo libro propone una trattazione filosofica riguardante il paesaggio e un’analisi della co...

di Vereno Brugiatelli

€ 13,00