Nefes
Piccolo trattato sull’esistenza infranta

Andrea Comincini

Il libro si articola in due sezioni: nella prima si approfondisce il rapporto Mythos‑Logos fra i maggiori pensatori occidentali, sottolineando quanto la paura abbia determinato la speculazione filosofica. Comincini ne desume il concetto di frattura, grazie al quale si interroga sul rapporto tra scienza e fede, e sul significato di “male di vivere”. Le conseguenze vengono ribadite durante la disamina dell’opera d’Arte e a proposito della prova ontologica sull’esistenza di Dio. Tale “materialistico mistico”, la distinzione tra Valore‑Senso e Conoscenza rinnova l’analisi su molti contrasti e temi irrisolti del pensiero davanti ai grandi quesiti del Novecento: dove Nietzsche o Wittgenstein arrivavano al paradosso, Comincini propone soluzioni alternative, approdando a un quadro teoretico solido ed efficace. Nella seconda parte la scrittura e il registro si fanno più colloquiali, pur mantenendo intatta la tensione speculativa. Si indaga in particolare il vincolo coercitivo nella quotidianità tra dominante e dominato, l’uso dei media, il plagio operato da tv e cinema. Applicando gli strumenti della filosofia all’esistenza ordinaria, memore della lezione di U. Eco, l’autore arriva a considerazioni niente affatto scontate sui meccanismi che condizionano e dirigono le nostre società democratiche.

€ 14,00
9788864581712.jpg
febbraio 2018
Pagine 135
Formato cm 14,8 x 21
ISBN: 9788864581712
Categoria: Filosofia
Collana: Orizzonti

Nella stessa collana

Prospettiva pittorica e costruzione giuridica

L’arte non è soltanto semplice rappresentazione del reale, ma è anche una figura...

di Tito Marci

€ 15,00

La soggettività cyborg

Action movies come Terminator e Robocop, l’affascinante Blade Runner, gli inquietanti body hor...

di Lucia Ferrai

€ 13,00

La positività e le nuove forme di statualità

Il quadro complessivo, all’interno del quale viene presentata la statualità, induce a u...

di Andrea Bixio

€ 11,50