Follia, potere e istituzione: genesi del pensiero di Franco Basaglia

Francesco Codato

Lo scopo dell’opera vuole essere quello di rintracciare e ricostruire la linea teorica e pratica dell’evoluzione del pensiero antistituzionale di Franco Basaglia, attraverso il confronto con gli autori, siano essi sociologi, psichiatri, filosofi che maggiormente lo hanno influenzato. La ricerca si sviluppa a partire dal presupposto che limitare l’operato di uno dei più importanti pensatori italiani del ’900, unicamente alla legge 180, vorrebbe dire sminuire la ricerca di una vita intera, volta alla comprensione di chi “per natura” viene identificato come incomprensibile. Il percorso intrapreso conduce così il lettore verso una nuova prospettiva interpretativa dell’opera basagliana, che non deve limitarsi alla sola liberazione del “folle”, ma mira alla riconsiderazione della dignità umana indissolubilmente connessa alla patologia mentale, attraverso la valorizzazione dello spazio e del tempo vissuti. Infatti, solamente queste riflessioni potranno condurre verso l’eliminazione delle mistificazioni di un’istituzione dogmatica ed escludente quale la scienza psichiatrica.

 

casalini_torrossa.jpg

€ 14,50
9788864581194.jpg
settembre 2014
Pagine 208
Formato cm 14,8 x 21
ISBN: 9788864581194
Categoria: Politica e Società
Collana: Orizzonti

Nella stessa collana

Il Federalismo Belga

Il 22 novembre 1830 l’Assemblea costituente belga, dopo aver stabilito che la forma del nuov...

di Francesco Cirincione

€ 19,00

Anatole France

Anatole France è stato raffigurato come un letterato in pantofole inetto all’agire, poc...

di Gino Todisco

€ 13,00

Rischio e risoluzione per impossibilità sopravvenuta

Muovendo dall’individuazione della rilevanza giuridica della nozione di rischio, l’indag...

di Massimo Zaccheo

€ 12,50